Buoni motivi per acquistare antiquariato


Che cos'è l'antiquariato?
E' tradizione come ricchezza dell'innovazione, come valore senza tempo.
E' ricerca appassionata di "oggetti unici", nati dal talento dei maestri artigiani di un tempo, finalizzata a scegliere e selezionare per la propria casa, ora come allora, mobili di alta qualità.
Oggi, che investire bene è diventato difficile, acquistare un oggetto antico è la soluzione giusta.
Coniugare nella nostra casa "il sapore di altri tempi" con le più attuali architetture domestiche, significa comprare bene ciò che piace.
Vivere in una casa che ci somiglia e provare piacere a viverci ... certamente emoziona e gratifica!
L'opportunità infinita di abbinamenti personali come il nostro stile, infonde e arricchisce quella passione che si trasforma facilmente anche in un prezioso hobby
Affidarsi a professionisti di comprovata fiducia, che aiutino ad educare l'occhio a riconoscere i pezzi d'antiquariato "giusti", cogliendo particolari e dettagli che possano rivestire lo spazio in cui viviamo su misura per noi e le nostre personalissime emozioni.
Cosa significa acquistare un mobile del settecento? Vuol dire che si ispira allo stile più caratteristico di questo secolo: il rococò (1715-1760), in cui dominano le linee curve e sinuose,gli arredi sono leggeri e preziosi, le gambe alte e mosse, la superficie è intarsiata e impreziosita da decorazioni dorate che raffigurano mazzetti di fiori, volute , festoni, ghirlande.
Lo stile successivo, il Neoclassico (1760-1789), ha invece forme lineari e simmetriche:i decori sono semplici e ispirati al mondo dell'Antica Grecia ed è un trionfo di foglie d'acanto, corone di alloro, pigne, urne e drappeggi.

Quando si parla di Ottocento, si devono tenere presenti tre diversi tipi di arredi. Il secolo inizia con lo stile Impero (1830-1850), caratterizzato da forme sontuose e imponenti: le decorazioni si ispirano all'antico Egitto e alla Roma Imperiale. Successivamente, in Germania nasce il Biedermeier (1815-1848), che predilige le linee morbide e arrotondate, elimina le decorazione vistose, sostituisce al mogano legni meno costosi e di colore chiaro dando vita ad arredi semplici e confortevoli. Il Luigi Filippo (1830-1850) riprende invece gli stili precedenti, realizza mobili solidi, più piccoli ma in essenze pregiate.

Fiori, ninfee, libellule, farfalle: sono le caratteristiche del Liberty (1890-1915), lo stile che inaugura il Novecento e che trae ispirazione dalla natura per modellare arredi ricchi e decoratissimi. Tra gli anni Venti e Trenta "irrompe" il Dèco (1918-1939) con le sue linee geometriche e rigorose: uno stile all'insegna della praticità e della razionalità, molto ricercato, che si ispira all'Oriente e all'Africa. I materiali utilizzati per creare mobili Dèco sono insoliti e originali (pergamena, pelle di squalo, avorio, madreperla), abbinati a legni in preziose esotiche con colori decisi e brillanti.

Indicazioni per raggiungerci

Altre risorse


- Antiquariato Costa

- Tipologie di oggetti

- Contattaci da qui