Credenza antica in cucina moderna

credenza antica in cucina moderna

Abbinare una credenza antica in cucina moderna è una scelta vincente, sia da un punto di vista estetico che funzionale. In cucina e in soggiorno è molto importante poter mantenere un ordine preciso che consenta di trovare tutto al volo. Per questo motivo nella storia la credenza ha sempre ricoperto un ruolo molto importante. Le sue grandi dimensioni, infatti, permettono di contenere suppellettili di ogni tipo e, se è presente una vetrina, utilizzarle anche come elementi decorativi.

Nelle case moderne l’utilizzo di questo mobile ha ancora un suo perché. Ciononostante, non è semplice trovare elementi di stile che consentano di mostrare la propria personalità. La credenza antica in cucina moderna, quindi, sta diventando una consuetudine sempre più diffusa: sono molti quelli che si rivolgono al mercato dell’antiquariato per trovare pezzi unici e originali.

Potrebbe sembrare strano, ma accostare un elemento realizzato decenni o addirittura secoli fa a uno stile contemporaneo si rivela una scelta vincente (leggi anche: “Antiquariato e vintage nell’interior design di stile industrial“). È l’idea giusta per coniugare bellezza, stile, ordine e qualità, soprattutto nel caso dei mobili realizzati artigianalmente. Vediamo ora 5 idee di tendenza per sfruttare la credenza antica con le ultime novità del design moderno.

Credenza antica laccata in cucina shabby

Molto in voga negli ultimi anni, lo stile shabby chic è caratterizzato dall’utilizzo di colori pastello e linee morbide. Il suo scopo è quello di rivisitare in chiave moderna suggestioni country e un gran romanticismo. Chi arreda la propria abitazione seguendo questa particolare estetica può sfruttare le credenze antiche laccate, di solito diffuse nella prima metà del 1700, che si presentano in tinte chiare come bianco crema, azzurro e verde. Questo tipo di credenza si abbina perfettamente alle madie antiche, mobile molto apprezzato in cucina.

Inoltre, sulle stesse sono presenti decorazioni a fiori e piante molto suggestive ed eleganti, realizzate artigianalmente dai maestri di solito provenienti dall’area tirolese o veneta. L’effetto cottage è garantito, ma non correrete il rischio di ottenere spazi troppo “stucchevoli”.

Credenza vintage: un elemento adatto a ogni abitazione

Le credenze antiche che meglio si prestano a qualsiasi tipo di arredamento moderno sono quelle prodotte dagli anni ’40 in poi. È proprio in questi decenni che il design viene sviluppato anche per produrre mobili destinati al consumo di massa. Per questo motivo sono ancora particolarmente diffusi nei negozi di antiquariato.

Gli oggetti vintage sono funzionali e piacevoli al tempo stesso: negli anni del boom economico, per esempio, si prediligono le linee pulite, i piedini inclinati e i decori geometrici, ma non mancano neanche gli accenti di colore come giallo, rosso e rosa. Insomma, una credenza vintage illumina anche le cucine più contemporanee diventando immediatamente il punto d’incontro della casa.

Credenza barocca e spazi moderni

Scegliere un mobile decorato secondo lo stile barocco e rococò rappresenta un modo per dotare la propria abitazione di un elemento di grande effetto. L’arredamento appartenente a questa corrente, infatti, presenta forme dinamiche volte a privilegiare il movimento e le decorazioni in maniera quasi esagerata.

Questo non vuol dire che non si possa abbinare un arredo così particolare a una cucina moderna, anzi: si accosta perfettamente agli spazi di carattere che, per esempio, vedono l’utilizzo di tinte scure come nero, grigio o blu pavone, sfondo perfetto per esaltare dorature o inserti preziosi. In questo stile di fa largo uso di soprammobili in argento.

Credenza intarsiata e cucina di design

Riuscire a far dialogare una cucina di design con un elemento antico non è immediato, ma un buon punto di partenza è rappresentato dall’impiego delle credenze intarsiate, comuni un po’ a tutte le epoche dal XVII al XX secolo: il trucco sta nello sfruttare la decorazione del legno come carattere di tendenza, permettendo al mobile di inserirsi in un contesto innovativo senza appesantire il resto dell’ambiente.

Via libera, soprattutto, ai legni scuri: un modo perfetto per ottenere un risultato bello e funzionale. Questa soluzione permetterà non solo di decorare la cucina, ma anche di renderla più ordinata. Si possono utilizzare complementi d’arredo antichi in contrapposizione ad oggetti moderni.

Credenze vittoriane in mogano: eleganza e resistenza

Per chiudere questa lista vogliamo dedicare un paragrafo anche alle credenze d’antiquariato vittoriane, ovvero appartenenti al periodo che va dal 1830 al 1900: si tratta di mobili austeri ed elaborati, di solito provenienti dall’Inghilterra, ricchi di fascino british e, per questo motivo, adatti anche a cucine moderne.

Un grande vantaggio delle credenze vittoriane è la possibilità di trovare l’imitazione di più stili: come il gotico, il neoclassico o l’italiano rinascimentale. Ognuno potrà scegliere lo stile che si accorda meglio con i propri gusti personali, con la sicurezza di inserire in un contesto moderno un elemento di grande tendenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

× Salve! Come posso esserle utile?