Scrivanie e scrittoi antichi: perché sceglierli?

scrivanie e scrittoi antichi

Case minimaliste, boho, vintage: qualsiasi sia lo stile dell’arredo, scrivanie e scrittoi antichi o moderni non possono mai mancare in una casa. Che sia nello studio, nella cameretta dei bambini, nel salone o all’ingresso, questo mobile è essenziale per garantire carattere alla casa e dare ordine.

La diffusione delle arti e della letteratura nel Rinascimento rese lo scrittoio un mobile indispensabile per le famiglie più colte: nacque la necessità di avere un mobile in cui potersi dedicare alla lettura e alla scrittura. I primi libri erano molto più pesanti e ingombranti di quelli che abbiamo adesso e serviva un luogo in cui poterli appoggiare per facilitarne la lettura. Anche la scrittura rimarcò questa esigenza; non esistevano le penne a sfera, ma vere e proprie penne da intingere nell’inchiostro, che avevano bisogno di spazio e soprattutto di una superficie d’appoggio.

Scrivanie e scrittoi antichi o moderni?

Negli anni sono stati creati svariati modelli per tutti i gusti e le esigenze, a partire dai primi scrittoi pieni di scomparti e cassetti, fino ad arrivare alle moderne scrivanie minimaliste costituite solo da una tavola con le gambe. C’è da dire che scrivanie e scrittoi antichi sono più funzionali rispetto alle creazioni di design moderne: molti di questi hanno numerosi cassetti e scomparti, permettendo a chi le utilizza di riporre tutti gli oggetti inerenti la lettura e la scrittura in un unico posto. Una scrivania antica risulta decisamente più comoda per scrittori, disegnatori, pittori o per chiunque abbia necessità di tenere i documenti in un posto in cui può facilmente consultarli. Alcuni scrittoi antichi hanno la possibilità di riporre i propri oggetti personali in uno “scomparto segreto” grazie a un’anta apribile (solitamente si tratta proprio del banco da lavoro).

Scrivanie e scrittoi antichi sono mobili di utilizzo quotidiano, per questo possono essere facilmente abbinati a qualsiasi stile, anche a quelli più moderni. Sono sempre più diffusi gli accostamenti di antiquariato e vintage nell’interior design di stile industrial per spezzarne la monotonia e dare un tocco vintage alla stanza: un ambiente luminoso con sedie e soprammobili moderni vanno d’accordo con scrivanie e scrittoi antichi.

Chi preferisce lo stile minimale tenderà a propendere verso soluzioni più moderne e pulite, ma il fascino di scrivanie e scrittoi antichi è proprio il loro carattere, il non passare inosservati.

Leggi anche: “Mobili antichi modernizzati: la tendenza 2021

Idee di arredo con scrivanie antiche

Scrivanie e scrittoi antichi sono sinonimo di resistenza e affidabilità nel tempo. Possono essere posizionate in qualsiasi ambiente della nostra abitazione:

  • Studio “casalingo”; l’ambiente prediletto per scrivanie e scrittoi antichi è senz’altro lo studio. Avere una stanza in cui potersi dedicare al proprio lavoro o alla contabilità domestica è indispensabile, proprio come avere un mobile funzionale allo scopo. Spesso a questo tipo di mobile si accompagna una lampada antica da tavolo o a piantana, per illuminare il piano di lavoro e facilitare la lettura e la scrittura.
  • Studio professionale; quando si parla di studi professionali, scrivanie e scrittoi antichi conferiscono importanza e spessore alla persona che ci lavora e all’ambiente stesso. Per questo si trovano spesso mobili antichi negli studi di avvocati, dottori, notai o professori. Per accentuare questo aspetto è frequente l’utilizzo di libri antichi o di settore posti dietro al professionista in scaffali o imponenti librerie. Negli studi più ampi si usa mettere dei divani antichi per far accomodare i clienti, in linea con lo stile delle scrivanie.
  • Cameretta; sono infinite le combinazioni che gli interior designer si sono inventati per incastrare in modo efficiente le scrivanie nelle camerette dei bambini. Se invece si dispone di uno spazio sufficiente, scrivanie e scrittoi antichi possono andar bene anche ai più giovani, che hanno bisogno di più spazio possibile per riporre cancelleria, libri e quaderni.
  • Camera padronale; questo mobile è perfetto nelle camere padronali, specialmente se arredate in stile rustico. Se abbinate a specchi o specchiere più o meno grandi possono prendere nuova vita ed essere utilizzate per riporre trucchi e gioielli.
  • Saloni; scrivanie e scrittoi antichi all’interno di saloni e sale da pranzo possono essere utilizzate come oggetti d’arredo con o senza funzione. Possono servire per appoggiare i piatti o le bevande prima di essere serviti. Vengono spesso abbinati a tappeti e arazzi antichi e orologi.
  • Ingresso; questo mobile antico, in uno spazio ristretto come l’ingresso, può fungere semplicemente per posare piccoli oggetti di uso quotidiano, come le chiavi di casa o della macchina. Spesso si usano delle piante per riempire il mobile.

Una scrivania o uno scrittoio antico, quindi, sono un must have: non possono proprio mancare nelle case! Specialmente per veri scrittori questo può essere un oggetto da cui trarre ispirazione, per tornare indietro nel tempo e sentirsi come Agatha Christie alle prese con le sue opere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

× Salve! Come posso esserle utile?