Antiquariato e modernariato: 5 oggetti di design per una casa moderna

Si sa, la casa è la proiezione del sé e per questo motivo occorre che la stessa rifletta la personalità di chi la vive ogni giorno. Qualora si debba arredare una dimora appena acquistata o si vogliano rinnovare gli ambienti interni della casa in cui si vive da tempo, è bene fare alcune importanti considerazioni. Affinché gli spazi abitativi soddisfino le esigenze degli occupanti di casa, ogni arredo deve essere funzionale ed esteticamente gradevole.

A tal proposito, lo stile dell’arredamento dovrà essere misurato sulla conformazione fisica delle stanze e sul gusto personale.

E’ sempre più diffusa l’abitudine di scegliere pezzi unici, di pregio e valore appartenenti al passato, grazie ai quali gli ambienti interni risulteranno essere unici nel loro genere. Può trattarsi di antichi oggetti che sono appartenuti ad un caro e vengono recuperati e riutilizzati o semplicemente arredi acquistati presso mercatini vintage o rivenditori specializzati.
È il caso degli amanti dell’antiquariato, alla continua ricerca di pezzi che sono accomunati da una storia antica e da una lunga tradizione. Spesso, tali complementi si distinguono per la cura, l’attenzione al dettaglio e la bellezza artigianale, oggi andata perduta nell’arredo prodotto in serie. I materiali che li contraddistinguono sono pregevoli e robusti, dall’alta resistenza e dall’aspetto classico ed elegante. Spesso capita di osservare interni moderni e minimali dove si collocano con stile ed originalità pezzi provenienti da un passato più o meno recente.
Come l’antiquariato, anche il modernariato è molto apprezzato dalle nuove generazioni che si apprestano ad acquistare ed arredare casa. Infatti, coloro che amano il design e la sua storia, spesso si divertono a giocare con gli stili appartenenti a diverse epoche al fine di vestire le proprie case con un equilibrato gusto eclettico.

Ma vediamo ora quali sono gli oggetti d’arredamento più ricercati ed amati in questo momento.

Introdotta nel 1850 dall’azienda, è stata per un’epoca intera l’oggetto del desiderio di ogni signora di rispetto: la macchina da cucire del marchio Singer. Elegante ed imponente, spesso provvista di mobile contenitore in lucido legno laccato, costituiva strumento di lavoro ed allo stesso tempo parte integrante dell’arredo di casa. Oggi torna in auge nelle varianti provviste solo di mobile o complete di macchina da cucire.

Nel primo caso, può diventare una raffinata consolle dove appoggiare suppellettili e cornici, nel secondo caso viene conservata come pezzo da collezione e posizionata lungo una parete vuota, magari nell’ingresso di casa. Grazie agli opportuni trattamenti, tale oggetto ritorna a splendere nei dettagli in ferro inciso e nel legno decorato del piano di lavoro. Il logo dell’azienda impresso sul fronte della macchina costituisce un vero e proprio motivo decorativo grazie all’eleganza del font ed ai disegni floreali che si dipartono dalla scritta. Perfetta per ambienti classici, è in grado di dare un valore aggiunto anche alle case più moderne. Per quanto riguarda la scelta del modello, dipende dal budget che si ha a disposizione e dall’obiettivo che ci si prefissa. Le macchine da cucire più vecchie hanno un valore molto più elevato rispetto ai modelli più recenti ed è anche più difficile trovarle in commercio. Per questo motivo, è bene che chi ne possiede una pensi bene a come utilizzarla.

la Seduta vintageLa poltrona anni 50

Un altro must have per una casa dal sapore un po’ retrò è rappresentato dalla poltrona anni 50. Provvista di piedini in legno e piccole basi per facilitarne lo spostamento, si contraddistingue per il comfort e il suo stile marcato. Quelle più ricercate sono dotate di braccioli ergonomici, mentre il materiale può variare a seconda dei gusti personali e dello stile della casa. Tuttavia, la pelle e il velluto sono quelli più diffusi: pelle lucida, opaca, più o meno vissuta, velluto liscio o lavorato. I colori sono differenziati e si caratterizzano per i toni neutri e derivanti dal mondo della natura ma con qualche tocco più intenso e brillante.

Talvolta, le texture sono a fantasia, mentre seduta, schienale e braccioli possono essere imbottiti ed arricchiti attraverso la tecnica del matelassé. La poltrona può essere scelta in coppia o inserita singolarmente, magari abbinata ad un divano del medesimo stile. Uno degli elementi più importanti da considerare è la comodità: occorre provare a sedersi perché oltre ad essere un elemento d’arredo piacevole alla vista, dev’essere utilizzato in tranquillità. Progettati sull’ergonomia, molti modelli di poltrone sono dotati di schienali che seguono la linea della schiena e si plasmano sulla posizione che si assume, così da garantire benessere e relax. Le forme sono tondeggianti e curvilinee, predisposte per trasmettere l’idea di comfort e morbidezza. La poltrona anni 50 si distingue dalle altre perché viene progettata come guscio entro il quale racchiudere il corpo umano. Nelle case contemporanee questo tipo di poltrona può essere affiancata da tavolini squadrati e tappeti moderni, così da creare un contrasto piacevole alla vista, senza compromettere la comodità della seduta.

la Credenza in arte poveraVetrina arte povera

Elegante ed essenziale, la vetrina in arte povera è stata da sempre una delle componenti d’arredo prescelte. La sua duplice funzione la vede come elemento essenziale per contenere servizi e stoviglie ma anche come oggetto d’arredamento di grande valore. La vetrina in arte povera si contraddistingue per la sua versatilità e capacità di adattarsi sia ad ambienti più classici e rustici che a spazi più moderni e minimali. La sua eleganza e la sua semplicità donano un valore aggiunto ad ogni tipo di stile. Questo tipo di arredo si può trovare in numerose varianti più o meno adatte ad ogni esigenza specifica: a seconda di cosa occorre contenere e di quanto spazio si ha a disposizione in casa, si può scegliere un modello specifico.

Di altezza variabile, da terra o da muro, può essere ad un’anta sola o a doppia anta, provvista o meno di base con cassetti. Adatta per cucine rustiche ma anche per soggiorni moderni, viene utilizzata per conservare i servizi più belli proprio come da tradizione. Talvolta, oltre alle ante in vetro, sono presenti cassetti e scomparti con ante piene. I materiali che la caratterizzano sono tutti contraddistinti dall’alta qualità e quelli più utilizzati sono i legnami e nello specifico il legno massello. Vetri e legno possono essere lavorati, decorati e provvisti di bassorilievi incisi. Dal punto di vista cromatico, le più diffuse sono quelle dai colori naturali tipici del legno ma talvolta possono essere verniciate di bianco o di nero. Inoltre, a seconda di quello che contengono possono essere provviste di illuminazione interna, solitamente di tipo puntuale per porre l’accento su oggetti di particolare valore. La vetrina in arte povera è un raffinato oggetto d’arredamento che valorizza qualsiasi tipo di ambiente.

Il lampadario in cristallolampade e lampadari in cristallo

Dall’aspetto regale, il lampadario in cristallo contribuisce ad impreziosire qualsiasi tipo di ambiente. Se le gocce sono antiche aumenta il valore di questo arredo così imponente quanto funzionale. Perfetto nella sala, può avere un diverso numero di bracci a seconda dell’intensità luminosa di cui si necessita. Di solito in tinta neutra, bianca o trasparente, per gli amanti dei colori vivaci, i cristalli si possono trovare anche multicolore. Sono molte le riproduzioni di questo antico modello, ma i prodotti originali e datati sono i più preziosi e notevoli.

Tale apparecchio luminoso va scelto ponendo particolare attenzione alle dimensioni dell’ambiente ed alla presenza necessaria del centro volta. Particolarmente indicati per stanze ampie e destinate ad accogliere gli ospiti, sono in grado di restituire un’atmosfera incantata e scenografica grazie ai riflessi sempre diversi delle gocce di cristallo sfaccettate.

L'armadio o la credenza industrialcredenza in ferro

L’armadio in ferro è una soluzione molto in auge nelle case contemporanee: dal sapore industrial, se colorato dona un tocco di originalità all’ambiente. I modelli più diffusi sono provvisti di base con piedini e doppia anta. Molto funzionale, è in grado di rendere più moderno e pratico qualsiasi spazio. L’aspetto minimale ed austero viene smorzato dalle numerose finiture grazie alle quali si possono scegliere colore e superficie anche in base al resto dell’arredamento. Talvolta il metallo può essere forato o inciso e i pomelli delle ante possono avere forma e materiale diversi.

scopri tutti gli oggetti di antiquariato in vendita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Salve! Come posso esserle utile?