Specchio antico in bagno moderno: come valorizzarlo

specchio-antico-in-bagno-moderno

Nella stanza da bagno lo specchio è un elemento che non può mancare. Prima di tutto permette di prepararsi, verificando di essere in ordine e pronti per uscire. Serve anche per decorare uno spazio per dimensioni e utilizzo, non è sempre valorizzato correttamente. Pochi, infatti, credono che l’arredo del bagno ricopra la stessa importanza di quello per saloni e soggiorni, ma non è affatto così, anzi: trascorrere del tempo per fare una doccia rinfrescante o un bagno rilassante può diventare un’esperienza ancora più piacevole con il giusto stile. Cosa c’è di meglio di uno specchio antico in bagno moderno?

Il mercato dell’arredamento moderno non sempre permette di trovare modelli di specchio di carattere che possano dimostrare tutta la nostra personalità. La produzione in serie può addirittura portare a possedere alcuni “doppioni” di cui si farebbe anche a meno. Per questo motivo negli ultimi anni si è sviluppata una scelta che va in controtendenza, ovvero quella di utilizzare uno specchio antico in bagno moderno, acquistando così un pezzo ricco di storia. Come abbinarlo correttamente con lo stile dei nostri tempi? Scopriamolo insieme.

Specchio antico stile barocco e bagno in marmo

Visitando un palazzo nobiliare del XVII o XVIII secolo avrete sicuramente notato specchi con cornici elaborate, contraddistinte da forme curve e decorate da una doratura parziale o totale. Si tratta dello stile barocco, dove il movimento e la meraviglia sono utilizzati per catturare l’attenzione di un eventuale spettatore. Va da sé che un elemento di questo tipo non può che risultare congeniale a chi desidera un arredo unico, soprattutto se viene abbinato a uno dei materiali nobili d’eccellenza come il marmo. Uno specchio antico in bagno moderno, in questo caso, è una combinazione di gran classe e soprattutto una soluzione originale, quasi di nicchia.

Se nel vostro bagno predomina la pietra o desiderate valorizzare dei piani di lavoro in questo materiale le cornici dorate e gli specchi di grandi dimensioni vi faranno sentire come in un vero e proprio palazzo.

Specchio art déco e rivestimenti scuri

Altrettanto stravagante, lo specchio in stile Art Decò appartiene a un’epoca decisamente più recente, ovvero il XX secolo, ed è spesso realizzato in materiali tipici della modernità come il ferro. Essendo un manufatto prodotto a pari passo con lo sviluppo dell’industrializzazione si può abbinare con più facilità a un bagno moderno senza perdere però il suo fascino storico.

Per un effetto veramente unico è possibile ricercare dei modelli con la cornice nera o dorata da abbinare nel primo caso a una parete blu e, nel secondo, anche a una parete o a dei mobili neri. Una tinta, questa, emblematica del design e della nostra contemporaneità, specialmente se associata a uno specchio antico in bagno moderno.

Specchio vintage e bagno di design

Parlando del design non possiamo dimenticarci che molte stanze da bagno del Terzo Millennio vengono realizzate per essere luoghi dove regna lo stile e la particolarità: in molti perfino i sanitari e i rubinetti vengono manipolati per diventare oggetti di tendenza.

Se siete appassionati di questa tipologia e avete necessità di trovare uno specchio altrettanto particolare vi consigliamo lo stile vintage, che a partire dagli anni ’50 caratterizza elementi dove non conta tanto la cornice ma la stessa superficie riflettente, spesso declinata in forme oblunghe o addirittura frammentata in elementi più piccoli collegati tra loro.

Leggi anche: “Mobili bagno stile antico: la nuova tendenza

Mobile da toeletta in bagni piccoli

Un grande problema dei bagni moderni è che raramente si trovano stanze di ampia metratura, soprattutto se si vive in città. Fortunatamente sul mercato dell’antiquariato si possono trovare anche specchi di piccole dimensioni abbinati ai mobiletti per la toeletta adatti a essere sistemati in un angolo e utilizzati solo quando serve.

La particolarità di questo arredo sta nella possibilità di utilizzare elementi a scomparsa, specchiandosi solo quando ne si ha veramente il bisogno e lasciando il tavolino chiuso come superficie di appoggio in più: in questo modo si lasciano liberi anche i muri che possono ospitare mensole e fare spazio ad elementi come la doccia.

Specchiera vittoriana e stile eclettico

Se nei paragrafi precedenti non avete ancora trovato uno stile che vi conquisti potete sempre ricercare le specchiere vittoriane, mobili per il bagno dove viene inserito uno specchio di differenti dimensioni: la peculiarità di questo stile, infatti, sta nella sua imitazione di differenti epoche in chiave nostalgica.

Potrete trovare guglie gotiche o colonne greche, mentre chi possiede un bagno in stile bohémien potrà optare per un elemento in stile vittoriano dal gusto esotico. Un esempio sono quelli prodotti in India quando, nel 1800, era ancora una vivace colonia britannica. Troverete di sicuro quello che fa per voi!

Per approfondimenti sugli specchi antichi, leggi anche: “Specchi antichi: come riconoscerli?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

× Salve! Come posso esserle utile?