Credenze antiche restaurate in stile shabby chic

credenze-antiche-restaurate

Trovare dei mobili antichi da restaurare nella propria abitazione non è una bella notizia per tutti. Non sempre, infatti, è possibile utilizzarli all’interno degli ambienti. Magari l’elemento non è ben conservato, oppure mancano alcuni pezzi o, semplicemente, non è proprio lo stile che si adatta al resto dell’arredamento. Fortunatamente spesso servono soltanto poche operazioni per abbinare credenze antiche restaurate al resto dell’arredo.

Mobili imponenti come le credenze antiche, in particolare, costituiscono il centro focale di ogni stanza e per questo motivo devono accordarsi perfettamente con il decoro per non risultare “stonate”.

Che cosa succede se abbiamo un reperto di questo tipo, non possiamo lasciarlo così com’è ma non vogliamo neanche venderlo o buttarlo? Si può ricorrere al restauro, ovvero a riparare e a modificare l’aspetto della credenza senza effettuare impegnativi (o costosi) rivolgimenti, ma solo agendo in modo da conformarlo al gusto contemporaneo.

In particolare, lo stile shabby chic può essere quello giusto per ottenere un elemento bello e funzionale da inserire in case di campagna o in appartamenti dall’atmosfera rustica: scopriamo tutto su questa tendenza e come sfruttarla al meglio.

Perché rimodernare proprio una credenza antica?

Prima di fare ciò, però, dobbiamo soffermarci un momento sul perché è utile utilizzare le credenze antiche restaurate per arredare la propria casa. Questo mobile era molto in uso nelle abitazioni di una volta, quando doveva contenere i servizi di piatti o la biancheria per la tavola, ma può risultare meno funzionale oggi, dove c’è un pensile e un cassetto per ogni cosa.

Tuttavia, adottare un elemento contenitore così particolare si può rivelare l’occasione perfetta per ripensare il proprio spazio e valorizzarlo secondo canoni inusuali, o meglio originali. La credenza antica in cucina moderna è sempre più apprezzata proprio per la sua peculiarità. Un modo per ottenere una casa che non sia come le altre. Inoltre, molti modelli presentano delle ante a vetri che lasciano intravedere l’interno e ospitano con gusto soprammobili o libri.

Leggi anche: “Antiquariato e modernariato: 5 oggetti di design per una casa moderna

Credenze antiche shabby chic: tinte e canoni della tendenza romantica

Dopo esserci soffermati sulla credenza dobbiamo esaminare lo stile shabby chic, che è la tendenza moderna meglio adattabile a questa tipologia di mobile. Con il termine shabby si indica qualcosa di morbido, soffice, genuino e anche un po’ romantico. Non per niente designa un tipo di arredamento dove regnano le curve, i divanetti e le tinte pastello.

In particolare, i colori più utilizzati sono l’azzurro, il verde e il rosa abbinati con il bianco. Una palette che contribuisce a creare un’atmosfera ovattata dove rilassarsi e perdersi in mille fantasticherie. Questo gusto nasce dal desiderio di emulare i cottage inglesi e le sale da tè e negli anni si è confermato come una delle scelte più apprezzate e azzeccate delle case di campagna. I tavoli a libro antichi sono l’ideale per arredare un ambiente in stile shabby chic.

Idee per dare nuova vita alla credenza

Ora che sappiamo tutto su credenze antiche restaurate e stile shabby chic non sarà difficile capire che, con la laccatura, possiamo utilizzare una delle tinte più popolari per rimodernare il mobile e inserirlo a pieno titolo nella nostra casa, soprattutto se ci troviamo in un ambiente aperto circondato da prati curati e aiuole fiorite. Per fare ciò possiamo ricorrere a tre semplici metodi senza dover ricorrere a una grande spesa: ecco come.

  • Laccatura semplice: si tratta della normale coloritura della superficie di una credenza. Si possono scegliere tinte chiare dal blu al rosa, ma se si è alle prime armi e si vuole fare una scelta sicura optate per il bianco. È una soluzione perfetta per chi ama un determinato colore o non vuole arrischiarsi a intervenire in maniera troppo audace.
  • Découpage: tagliare e incollare decori di carta sul legno del mobile è un altro ottimo modo per rimettere a nuovo le credenza antiche. Per seguire la tendenza shabby chic non dimenticate di utilizzare fiori, piante o animali della campagna sulle vostre credenze antiche restaurate.
  • Verniciatura: avete un vecchio arredo che volete inserire in un contesto moderno ma ci sono già le caratteristiche per considerarlo shabby chic? Se trovate una credenza antica restaurata in legno chiaro, infatti, potreste desiderare di non ritoccarla con la laccatura o il découpage per non farle perdere quell’aspetto genuino. Dovrete solo accertarvi di proteggerla a dovere applicando uno strato di vernice contro l’effetto nocivo dell’umidità e degli attacchi a opera di insetti.

Queste sono solo alcune delle ispirazioni che potrete prendere come esempio per rimettere a nuovo una credenza antica da restaurare. È possibile anche sostituire maniglie e inserti oppure foderare l’interno con della carta a fantasia, per un tocco di originalità anche dove non si vede!

Leggi anche: “Perché scegliere mobili di antiquariato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Salve! Come posso esserle utile?